ad_anno_europeo_volontariato.jpg
ad_5x1000.jpg
ad_placeholder

Servizio Civile

Cos’è il Servizio Civile Volontario Nazionale.

Il Servizio Civile Nazionale, istituito con la legge 6 marzo 2001 n° 64, – che dal 1° gennaio 2005 si svolge su base esclusivamente volontaria – è un modo di difendere la patria, il cui “dovere” è sancito dall’articolo 52 della Costituzione; una difesa che non deve essere riferita al territorio dello Stato e alla tutela dei suoi confini esterni, quanto alla condivisione di valori comuni e fondanti l’ordinamento democratico.

E’ l’opportunità, messa a disposizione degli individui dai 18 ai 28 anni, di cittadinanza italiana, di poter impegnare un anno della propria vita a favore di un impegno solidaristico, inteso come attività per il bene di tutti e di ciascuno e quindi come valore della ricerca di pace. Il servizio civile volontario garantisce ai giovani una forte valenza educativa e formativa, è una importante e spesso unica occasione di crescita personale, una opportunità di educazione alla cittadinanza attiva, un prezioso strumento per aiutare le fasce più deboli della società contribuendo allo sviluppo sociale, culturale ed economico del nostro Paese. Chi sceglie di impegnarsi per dodici mesi nel Servizio civile volontario, sceglie di aggiungere un’esperienza qualificante al proprio bagaglio di conoscenze, spendibile nel corso della vita lavorativa, quando non diventa addirittura opportunità di lavoro, nel contempo assicura una sia pur minima autonomia economica.

«Un esperienza irripetibile, un’opportunità unica nella vita, che ti darà la possibilità di provare quale è il reale potere di un tuo sorriso»

In Croce Blu si può!

Fin dalla sua fondazione, nell’anno 1982, la pubblica assistenza di Modena ha aperto le porte all’Obiezione di Coscienza, intesa come servizio di Leva obbligatoria. A cadenza annuale, si sono avvicendati ragazzi che, indossato la divisa arancione dell’ANPAS e imbracciato seggetta e barella hanno dato il loro meglio al servizio della cittadinanza e contribuito alla progressiva crescita e il consolidamento dell’associazione.

Attualmente, l’associazione Volontari Pubblica Assistenza, aderente al progetto nazionale ANPAS, offre l’opportunità a ragazzi e ragazze, di intraprendere al suo interno, esperienza di Servizio Civile, nel pieno rispetto delle regole del progetto nazionale e in una vasta tipologia di attività. Da sempre, l’associazione è impegnata nell’affiancare i ragazzi nel percorso annuale, diversificando le mansioni, rispettando le volontà e le attitudini del singoli.

Sono previsti, nel corso del periodo di servizio, diversi gradi di corsi teorici e addestramenti pratici. Il corso base dell’associazione, nonché corsi organizzati dalla regione sulla leva volontaria fanno parte del programma classico. A seconda delle aree vocazionali, i ragazzi del Servizio Civile, saranno chiamati a gradi avanzati di corso e avviamento tecnico specifico alle mansioni ricoperte.

«Avrai la preziosa opportunità di metterti concretamente a disposizione del prossimo»

Progetto in corso e attuali protagonisti.

Il primo Ottobre del 2008 ha avuto inizio, l’attuale progetto nazionale denominato per il territorio “Modena in Con Tatto”; in Croce Blu sono attualmente impegnati 6 giovani, attivi su svariati compiti in associazione. Se dai un’occhiata agli occupanti di qualche automezzo della Croce Blu, non sarà difficile scorgere Gianluca, Emanuele, Giulia, Louella, Elena o Benedetta che con il loro entusiasmo non passeranno certo inosservati. Li potrai incontrare in associazione e magari poter rivolgere loro domande per chiarire le tue perplessità in merito al servizio civile; saranno lieti di offrirti i dettagli riguardanti la loro esperienza o semplicemente fare due chiacchiere in serenità.

«Incontrerai gente di tutte le età, idee e ceti e al loro fianco percorrerai la strada della solidarietà»

Cosa farai in Croce Blu?

Uno dei principali obiettivi che la Croce Blu si propone è quello di dare la possibilità ai ragazzi del Servizio Civile Volontario, di esprimere le proprie attitudini in diverse aree di lavoro, diversificando così le esperienze dei singoli nella piena osservanza delle norme sancite dal progetto nazionale.

Servizi sociali e trasporto sanitario:

trasporterai persone in difficoltà e con condizioni di salute precarie. Gran parte dei nostri utenti necessitano di trattamento di dialisi, cicli di fisioterapia, accompagnamento ai poliambulatori per visite mediche, dimissioni da strutture ospedaliere, nonché trasporti sanitari o logistici in genere. Ma non solo: verrai chiamato a svolgere anche servizi di accompagnamento anziani presso i centri territoriali ricreativi, trasporto sangue e plasma, consegna a domicilio di farmaci e servizio di distribuzione pasti.

Noce:

presso il centro nonni diurno la “La Noce”, avrai la possibilità di trascorrere la giornata in compagnia con gli anziani nostri ospiti e di interagire attivamente con loro. L’accoglienza inizia al mattino con la colazione e la lettura dei quotidiani per poi proseguire con attività di gruppo come quiz musicali, tombola e attività di gruppo in senso lato. La giornata prosegue con il pranzo di gruppo e con un pomeriggio solitamente riservato alle attività proposte dagli anziani stessi.

Officine della Solidarietà:

Ogni anno la Croce Blu partecipa a questa iniziativa dalla durata di 5 giorni, alla quale aderiscono diverse associazioni di volontariato presenti nella realtà provinciale, che consiste nel sensibilizzare e avvicinare i ragazzi in età scolare (scuole medie- primi anni delle superiori) al mondo del volontariato tramite momenti di gioco e attività pratiche illustrative. I volontari e i ragazzi in Servizio Civile Volontario sono coinvolti in prima persona in rappresentanza dell’associazione, presenziando in modo attivo negli stand dell’associazione.

Protezione Civile:

la Croce Blu ha anche il ruolo di segreteria e coordinamento provinciale della Protezione Civile. Avrai l’opportunità, se di tuo interesse, di partecipare ai campi di esercitazioni che periodicamente vengono svolte sul territorio, nonché di entrare come effettivo al gruppo e partecipare alle attività che consistono nell’allestimento di campi attrezzati mobili, presidio alluvioni e pronto intervento in eventi calamitosi in genere. Ti ricordiamo solo alcuni interventi svolti dal gruppo di Protezione Civile nel corso di questi anni: alluvione di Sarno, terremoto in Umbria, campo profughi in Albania, progetto Chernobyl, giubileo dei giovani e sevizio logistico organizzativo ai funerali di Papa Giovanni Paolo II.

Servizio di emergenza/urgenza:

la Croce Blu è convenzionata col servizio 118 pronto intervento; previa adeguata formazione e subordinatamente al superamento di prove teorico/pratiche, potrai sperimentare con la dovuta cautela, questa delicata mansione di primo soccorso.

Incarichi di ufficio e centralino:

in alternativa ai servizi esterni, potrai affiancare in centralino il capoturno, gestendo telefonicamente le prenotazioni per i trasporti, registrando i servizi svolti dai vari equipaggi e quelli ancora da svolgere. Sono previste per te mansioni di segreteria nei vari uffici dell’associazione.

Assistenza a gare sportive e manifestazioni:

potrai partecipare all’interessante esperienza di assistenza sanitaria durante eventi sportivi, come le partite del Modena F.C. del Modena A1 Volley Club, rugby e gare sportive locali in genere, ma anche spettacoli, concerti, manifestazioni culturali, servizio festival e eventi cittadini di svariata tipologia.

«Entrerai a contatto con realtà nascoste e protrai provare il tuo reale e inconfutabile valore»

Domande frequenti e chiarimenti.

Quanto dura il Servizio Civile? Dura 12 mesi non rinnovabili (può essere svolto una sola volta nella vita). L’attuale progetto annuale è articolato in una totalità di 1400 ore.
Quanto è il compenso? I Volontari che parteciperanno al Progetto riceveranno direttamente dall’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile 433,80 euro mensili (tassabili solo se nell’anno si supera, sommando gli altri redditi, la soglia minima prevista) tramite versamento mensile sul Libretto postale che sarà aperto dal Volontario al momento dell’entrata in servizio (l’operazione è gratuita).
Quando arriverà il primo pagamento? I pagamenti vengono effettuati intorno al 27 di ogni mese. Quindi se la data di inizio del servizio è per esempio il 1° ottobre, la prima data utile sarà il 27 o 28 novembre. Può tuttavia capitare che o per l’alto numero di volontari da inserire o perché i documenti necessari sono stati trasmessi con ritardo si abbia uno slittamento del pagamento al mese successivo, nel caso del nostro esempio: 27 o 28 dicembre. In questo caso saranno accreditate le mensilità relative a novembre e dicembre, dopo di ché intorno al 28 di ogni mese arriverà il pagamento del mese precedente. Raccomandiamo quindi la massima celerità possibile nella trasmissione dei documenti richiesti.
E’ riconosciuto a fini di curriculum formativo personale? Si. A fine servizio, verrà rilasciato un attestato, valido su tutto il territorio nazionale, che potrà essere utilizzato come bonus formativo in ateneo socio sanitario e di ottima spendibilità ai fini di assunzione in enti del territorio.
E’ possibile di poter beneficiare di Ferie o permessi. Si. Sono previsti 20 giorni di permesso da poter usufruire nel corso del periodo di servizio. Sono previsti inoltre regolari periodi di assenza causa malattia. Lo Stato infine, provvede alla stipula di regolare assicurazione infortuni a beneficio dei Volontari del Servizio civile.
Ci sono spese a carico dei volontari? No. E’ escluso alcun onere economico a carico dei volontari neanche relativamente ai costi di assicurazione o di formazione o al conseguimento di titoli o altri benefici. Ovvero il volontario in SCN NON dovrà corrispondere alcuna quota per nessuna ragione connessa alla partecipazione al progetto di Servizio Civile Nazionale.

«Un ingresso al mondo del lavoro, ma direttamente dalla porta principale»

Per approfondire

Il Servizio Civile Nazionale, il rapporto tra l’UNSC, gli enti e i volontari sono regolamentati da: legge 6 marzo 2001 n° 64 – istituzione del servizio civile nazionale; D.L. 5 aprile 2002 n° 77 – disciplina del servizio civile nazionale “carta di impegno etico” ; circolare UNSC 8 settembre 2005: “Doveri degli enti di servizio civile e infrazioni punibili con le sanzioni amministrative previste dall`art.3 bis della legge 6 marzo 2001, n.64” (GURI n. 225 del 27 settembre 2005) lettera/contratto UNSC al volontario per l’inizio servizio; Circolare UNSC 30 settembre 2004 – disciplina dei rapporti tra enti e volontari del scn (GURI n.239 dell’11 ottobre 2004).

«Una finestra sul reale e celato mondo dello svantaggio e della dipendenza dal prossimo»

Diritti e Doveri dei Volontari

La lettera di ammissione al servizio (“contratto di servizio civile nazionale”) riporta i diritti e doveri dei Volontari (rif. circolare UNSC 30 settembre 2004).

Doveri dell’Ente: l’OLP

Alcuni dei doveri individuati dall’UNSC per gli enti di attuazione dei progetti fanno capo alla figura dell’OLP (Organizzatore Locale di Progetto) (rif. circolare UNSC 8 settembre 2005).

Orari di Incontro diretto in Croce Blu

In associazione Croce Blu di Modena, sono attivi due momenti appositi per l’incontro con i ragazzi del territorio, in merito a temi inerenti il Servizio Civile Volontario. Tutti i Lunedì, dalle 20 alle 24 o il Giovedì, dalle 18 alle 19, Ilaria, Stefano, Paolo, Lorella, Cecilia o Stefano sono a tua completa disposizione. Anche solo per pura curiosità, vienici a trovare!

Siti internet di Riferimento

Il sito di ANPAS Nazionale - www.anpas.org

Il sito dell’UNSC (Ufficio Nazionale Servizio Civile) - www.serviziocivile.it

«Incontrerai persone i cui volti rimarranno come presenza indelebile nel corso della tua vita»